La festa del Giovedì Grasso

23 febbraio 2017
14:30a18:00

L’Associazione culturale “Compagnia L’Arte dei Mascareri” organizza cura e promuove la terza edizione della Ballata delle Maschere.

Si riprende e si re-interpreta l’antico aneddoto nel giorno di Giovedì Grasso dell’anno 1162 in cui si celebrava la vittoria del doge Vitale Michiel II sul Patriarca Ulrico di Aquileia con i 12 Feudatari ribelli.
In memoria del tentativo di insurrezione soffocato nel sangue , ogni anno anche i successori del Patriarca dovevano inviare in dono e a risarcimento al Doge in carica un toro 12 pani e 12 porci ben pasciuti.
Il toro-Patriarca con i 12 Porci-Feudatari venivano messi allo scherno della pubblica piazza con un rituale che prevedeva al suo culmine lo spettacolare taglio della testa del toro , da qui il detto tutto veneziano “Tagiar la testa al toro “ che significa chiudere la faccenda definitivamente . anche sinonimo di soluzione rapida , secca anche se dolorosa…..
Gli animali venivano successivamente macellati e cucinati e la loro carne distribuita durante i banchetti tra i nobili il clero il popolo e i carcerati.

La compagnia invita tutti a partecipare in maschera , possibilmente quelle artigianali vere veneziane , alla festa che avrà inizio giovedì 23 Febbraio con ritrovo presso San Giacometto, a Rialto, alle 14.00 con il seguente itinerario :

  • Campo San Bartolomeo
  • Campo San Luca
  • Campo Sant’Angelo
  • Campo Santo Stefano
  • Teatro la Fenice

Fino alle ore 17.00 con la Grande spettacolare conclusione in Piazza San Marco per “Il Taglio della Testa al Toro.